Spacciava marijuana in mountain bike alla stazione di Isernia, arrestato pusher straniero

Cronaca
Isernia venerdì 10 agosto 2018
di La Redazione
Guardia di Finanza
Guardia di Finanza © Web

ISERNIA. Continuano senza sosta le operazioni di servizio da parte della Guardia di Finanza del Comando Provinciale di Isernia, volte alla repressione del traffico di sostanze stupefacenti, che si inquadrano nell’ambito di un dispositivo permanente di contrasto ai traffici illeciti disposto dall’Organo di Vertice.

Questa volta, ad essere intercettato dai finanzieri della Compagnia di Isernia, un cittadino extracomunitario di origine egiziana, senza fissa dimora e con il permesso di soggiorno non in regola, tratto in arresto e tradotto presso la locale Casa Circondariale a disposizione della Magistratura per illecita detenzione a fini di spaccio di 16 dosi già confezionate di marijuana, pronte per lo smercio. Il soggetto, già noto ai militari quale abituale spacciatore, munito di una bicicletta “mountain bike” di colore arancione, è stato sottoposto a controllo nei pressi della Stazione Ferroviaria di Isernia.

L’insolito stato ansioso e di agitazione del predetto, induceva negli operanti il fondato sospetto che potesse occultare sostanza stupefacente. Pertanto, i finanzieri hanno deciso di effettuare una perquisizione nei confronti dello stesso. All’esito della stessa, all’interno della borraccia agganciata alla bici, al posto della classica acqua e/o altra bevanda per dissetarsi, è stato rinvenuto un involucro di cellophane nel quale erano occultate n. 16 confezioni (bustine trasparenti) contenenti marijuana, pronte per essere cedute ai giovani del capoluogo pentro.

Accompagnato in caserma per le formalità di rito, il cittadino egiziano è stato tratto in arresto ai sensi dell’art. 73, comma 1, del D.P.R. 309/90 e lo stupefacente rinvenuto sottoposto a sequestro. All’esito del processo per direttissima, il Giudice Monocratico ha convalidato l’arresto e disposto nei confronti del soggetto l’obbligo di dimora, il divieto di allontanarsi dalle 22:00 alle 06:00 e l’obbligo di firma alla P.G. Sono in corso accertamenti finalizzati a stabilire la provenienza e la destinazione dello stupefacente.