Antonio Fiocca di Carovilli, "Pioniere" dei minatori italiani in Oklahoma

Attualità
Isernia sabato 13 ottobre 2018
di La Redazione
Antonio Fiocca di Carovilli,
Antonio Fiocca di Carovilli, "Pioniere" dei minatori italiani in Oklahoma © Geremia Mancini – Presidente onorario “Ambasciatori della fame”

CAROVILLI. Antonio Fiocca, molisano, "Pioniere" dei minatori italiani in Oklahoma. Da una miniera dell’Oklahoma iniziò la storia americana di una famiglia di emigranti molisani partiti da Carovilli.
Il figlio Gaspare, anni dopo, divenne autorevole personaggio a Providence City nel Rhode Island. Il nipote combatté nella Guerra di Corea e fu importante uomo d’affari.
Aurelio Fiocca, all’epoca venticinquenne, partì da Carovilli (oggi provincia di Isernia), alla ricerca del “sogno americano” nel lontano 1884. Giunse in Oklahoma e andò a lavorare nelle impervie miniere site in quello che era stato territorio degli indiani. Aurelio fu tra i primi italiani, vero “Pioniere”, a giungere in quella zona.

Aderì al “The National Knights of Labor” (sindacato dei minatori di carbone nel Territorio indiano) e ne fu attivista. Tornato in Italia sposò Carolina Fiocca e successivamente decise di far ritorno in Oklahoma con tutta la famiglia. I Fiocca giunsero ad “Ellis Island”, nel 1890, a bordo del piroscafo “Birmania”. Dopo due anni Aurelio decise di andare a lavorare nelle miniere del Colorado. Stabilì la sua residenza a Denver. In questa cittadina Gaspare (nato a Carovilli il 26 maggio del 1897), suo figlio, poté studiane nelle scuole pubbliche. Ma le condizioni economiche dei Fiocca non consentirono al ragazzo di continuare negli studi.

Così, sia pur giovanissimo, Gaspare iniziò a lavorare in una piccola fabbrica meccanica. Imparato il mestiere, Gaspare, decise di accettare una nuova proposta di lavoro, come tornitore, e si trasferì a Akron in Ohio. Orgoglioso ed ambizioso di giorno lavorava e di notte studiava. Così maturò, ogni giorno di più, una notevole cultura. Nel 1922 servì la Marina americana (U.S. Navy). Tornando alla vita civile ad Akron, fu assunto come venditore fino a quando decise di tornare nel Rhode Island per stabilirsi e lavorare a Providence. Qui nel 1927 aprì una propria attività come piastrellista e questa fu la sua fortuna.

L’attività ebbe un notevole successo e consentì a Gaspare di acquisire una notevole autorità a Providence. Grazie agli studi era oramai ritenuto un uomo di ampia cultura oltre che un lavoratore onesto e laborioso. Gaspare Fiocca fu anche autorevole membro del Partito Repubblicano della città e si interessò attivamente agli affari civici e sociali. Il 12 giugno 1926 Gaspare sposò l’italo-americana Ismalia Amicarelli nata ad Agnone.

La signora Fiocca, fu presidente del “Circolo Convivio” e fu ampiamente conosciuta per la capacità di coinvolgere le altre donne in organizzazioni culturali e patriottiche. I coniugi Fiocca ebbero due figli Raffaele “Ralph” (n. 1927-m. 1941) e Antonio. Gaspare morì il 5 agosto del 1979 mentre Ismalia, la moglie, morì nel 1984. Antonio Fiocca, il loro figlio, nato a Providence Country, il 27 aprile del 1929, si laureò alla Brown University e conseguì il master alla Wharton School of Business. Fu un importante ed assai autorevole un uomo d'affari. Tra i fondatori, nel 1971, del “Libertarian Party” (Partito Libertario).

Arruolato nel corpo dei “marines” combatté con loro, facendosi onore, nella Guerra di Corea. Fu anche membro d’onore del “The Veterans of Foreign Wars of the US” (Associazione di Veterani di Guerra). Antonio Fiocca morì il 1 giugno del 2014 nella “sua” Providence Country. Il suo nome è riportato nel “Korean War Memorial Site”.

Geremia Mancini – Presidente onorario “Ambasciatori della fame”