​L'agricoltura raccontata dai writers, il Molise alla finalissima di lunedì a Roma

Sarà possibile seguire l'evento in diretta su Facebook e votare, l'assessore Nicola Cavaliere: "Sosteniamo tutti insieme il candidato della nostra regione".

Attualità
domenica 15 dicembre 2019
di La Redazione
Più informazioni su
​L'agricoltura raccontata dai writers, il Molise alla finalissima di lunedì a Roma
​L'agricoltura raccontata dai writers, il Molise alla finalissima di lunedì a Roma © Termolionline.it

ROMA. Nella suggestiva cornice di Palazzo Velli Expo, a Roma, in Piazza di Sant’Egidio 10, il 16 dicembre a partire dalle 17, si svolgerà la manifestazione “RurArt 2019. Forme di comunicazione contemporanea raccontano l’agricoltura sostenibile nel contesto dei Psr 2014-20”, che ha l’obiettivo di valorizzare presso il grande pubblico l’impatto degli interventi dello sviluppo rurale.

Nell’ambito dell’evento è prevista infatti sia la divulgazione dei progetti di maggiore interesse segnalati dal partenariato e sostenuti nell’ambito dei Psr 2014-20, sia una cerimonia di premiazione di opere realizzate dal vivo da cinque artisti di strada, precedentemente selezionati a livello regionale, sul tema dell’agricoltura sostenibile #RURART2019.

Nella cinquina finale figura anche il Molise, con l'artista Riccardo Buonafede. È possibile votare il nostro candidato seguendo, domani a partire dalle 17, la manifestazione attraverso la diretta Facebook trasmessa sulla pagina della 'Rete nazionale rurale'. Info e dettagli sono consultabili sul portale del Psr Molise.

"Invito tutti a sostenere - dichiara l'assessore Nicola Cavaliere - il nostro Riccardo Buonafede, è un onore per noi essere in finale, e siamo felici di aver dato la possibilità ad un giovane artista di prendere parte a un evento così importante, che rappresenterà di sicuro un ottimo trampolino di lancio per nuove ed entusiasmanti esperienze".

"L'agricoltura - conclude - va intesa in senso sempre più ampio e totalizzante, perché non è solo produzione ma anche identità, socialità e cultura. Forza Riccardo, forza Molise!".