Lago di Guardialfiera, illustrato il progetto per la valorizzazione dell’area

Attualità
Isernia sabato 11 gennaio 2020
di La Redazione
Lago di Guardialfiera, illustrato il progetto per la valorizzazione dell’area
Lago di Guardialfiera, illustrato il progetto per la valorizzazione dell’area © Regione Molise

CAMPOBASSO. Valorizzazione turistica del Lago di Guardialfiera e delle risorse naturalistiche, ripristino funzionale della percorribilità circumlacuale: se ne è parlato questa mattina, nel corso di una conferenza stampa, a Palazzo Vitale.

Oltre al presidente della Regione Molise, Donato Toma, sono intervenuti i sindaci dei Comuni di Guardialfiera, Larino, Casacalenda, Lupara, Palata, i cui rispettivi territori ricadono nell’area del Lago di Guardialfiera e che hanno costituto un raggruppamento per la presentazione di un progetto che prevede una serie di interventi per la valorizzazione del Lago e delle risorse naturalistiche presenti nella zona, nonché per il ripristino funzionale della percorribilità della vecchia circumlacuale.

Il presidente Toma, prima di illustrare l’importante iniziativa, ha condiviso con i giornalisti presenti la bellissima notizia riportata nei giorni scorsi dal New York Times che, su 52 località al mondo proposte per itinerari turistici, ha collocato il Molise al 37° posto.

Un endorsement che non è figlio della casualità, bensì di un’azione meditata e programmata che il Governo regionale sta portando avanti per promuovere l’immagine del nostro territorio e che sta cominciando a dare riscontri tangibili, fino a qualche tempo fa nemmeno ipotizzabili.

Tornando al progetto sul Lago di Guardialfiera, la Regione l’ha finanziato mediante l’attivazione di 6 milioni e 450 mila euro a valere sul Fondo sviluppo e coesione 2014-2020, destinati al ripristino funzionale della percorribilità circumlacuale e alla valorizzazione delle risorse naturalistiche.

Ma, come sottolineato dal governatore, il ripristino della strada non è la finalità esclusiva dell’intervento, in quanto costituisce il baricentro di un progetto strategico teso a creare le condizioni ottimali per far sì che si possano avere ricadute positive in termini di investimenti.

Dunque, sono state gettate le basi per un rilancio turistico dell’intera area che gravita intorno al lago e per la creazione di nuove opportunità lavorative.