Calenda: «Gli agenti di pubblica sicurezza viaggino gratis o a tariffe agevolate»

Flash News
Isernia mercoledì 05 dicembre 2018
di La Redazione
Filomena Calenda
Filomena Calenda © Campobassoweb

CAMPOBASSO. Tramite una nota, la consigliera regionale della Lega Filomena Calenda rende noto di aver presentato una mozione al presidente della Regione Donato Toma e all'assessore ai trasporti Vincenzo Niro nella quale si chiede la stipula di una convenzione tra le varie aziende di trasporto e gli agenti di pubblica sicurezza:

«Questa mattina ha presentato una mozione con la quale chiedo un impegno al Presidente della Regione Molise, Donato Toma e all’assessore con delega ai Trasporti, Vincenzo Niro, riguardo la stipula o alla ridefinizione di una convenzione tra l’ente regionale, Trenitalia e altre aziende di trasporto su strada per la libera circolazione di agenti di pubblica sicurezza sia in servizio che non. Un provvedimento che permetterà alle forze di polizia e ai Vigili del Fuoco di poter viaggiare gratuitamente o con tariffe agevolate su tutte le tratte di competenza regionale, sia per quanto riguarda il trasporto su strada che su ferro.

Un’iniziativa che rende effettivo un diritto già sancito nell’articolo 28 della legge regionale 20 agosto 1984, n. 19 (Norme in materia di trasporti di competenza regionale), ma che di fatto non è mai stato reso esecutivo. Ascoltate le parti sociali, infatti, ho appreso la mancata attuazione delle convenzioni poste in essere, nel corso degli anni, riguardo le forze di pubblica sicurezza per quel che concerne il trasporto su strada. Ma la misura, qualora dovesse ottenere l’approvazione del Consiglio Regionale, garantirebbe anche un impegno a garantire la libera circolazione sulle tratte ferroviarie. Diverse Regioni hanno già provveduto alla stipula di tale convenzione per motivi di sicurezza, ultima la Regione Umbria.

Tale convenzione potrebbe ovviare alla carenza di agenti della Polizia Ferroviaria ––, alla luce del ridimensionamento del personale posto in essere negli ultimi anni che ha riguardato in particolare la nostra Regione. Sono sotto gli occhi di tutti i recenti fatti di cronaca che hanno interessato le tratte ferroviarie e i pullman avvenuti nella nostra regione (incidenti ed eventi delittuosi); la maggiore presenza dei rappresentanti delle forze dell’ordine comporterebbe una funzione di assistenza in caso di necessità, sia per la repressione dei reati in genere che per il conseguente mantenimento dell’ordine pubblico sui mezzi di trasporto di competenza regionale. La presenza di personale con funzione di pubblica sicurezza, dunque, garantirebbe interventi idonei a reprimere atti che possano procurare danni alla clientela, al materiale rotabile e alle infrastrutture di stazione (soprattutto nelle ore notturne). La mozione sarà discussa nelle prossime sedute del Consiglio Regionale. »

Lascia il tuo commento
commenti