A Venafro si guarda avanti e la tradizione dei falò diventa più attrattiva

La Notte dei Fuochi sarà nel terzo week end di marzo

Flash News
Isernia venerdì 08 febbraio 2019
di La Redazione
Più informazioni su
A Venafro si guarda avanti e la tradizione dei falò diventa più attrattiva
A Venafro si guarda avanti e la tradizione dei falò diventa più attrattiva © Francesco Tomasso

VENAFRO. Si guarda al marketing territoriale e al turismo ed è proprio nell’ottica di attrarre il maggior numero di turisti che i falò di San Giuseppe a Venafro, si svolgeranno sabato 23 marzo e non nel mezzo della settimana.

I rappresentanti dei diversi rioni del centro storico, organizzatori dei falò, in un incontro svoltosi ieri assieme all’amministrazione comunale e alla Proloco hanno deciso unanimemente di posticipare di pochi giorni la manifestazione. In questo modo saranno agevolati a partecipare anche i venafrani e gli studenti fuori sede.

La tradizione, dunque, evolve e si apre alle esigenze della comunità divenendo motivo di interesse anche fuori regione, come accade per quasi tutti gli eventi tradizionali del Molise e d’Italia. Una scelta che dimostra la lungimiranza e la coesione degli storici organizzatori.

Si tratta di una prova di due anni nei quali si svilupperà un discorso di promozione del territorio iniziato già lo scorso anno con la presenza di artisti di strada e la realizzazione di servizi fotografici e riprese video promossi dall’assessore al turismo del Comune, Angelamaria Tommasone. Tante le iniziative del progetto che prevede un ulteriore arricchimento della manifestazione grazie agli sforzi dell’amministrazione e all’impegno della Proloco, con il supporto delle associazioni Olea Mediterranea e Collettivo Divergente, non mancheranno le sorprese. Saranno, inoltre, promossi pacchetti turistici dedicati e già si è a lavoro per sensibilizzare e accogliere i camperisti dei relativi club italiani. La nota cordialità dei venafrani e la magia dei grandi fuochi certamente non deluderanno.

Entusiasmo e fiducia nell’affrontare questa nuova

sfida pure da parte del sindaco Ricci e degli assessori Tommasone e Ottaviano

che assieme al presidente della Proloco Guarini hanno coordinato gli interventi

e confermato il massimo impegno possibile.