Campionati italiani di Sci di fondo, ottimi piazzamenti per gli atleti di Capracotta

Flash News
Isernia martedì 12 marzo 2019
di La Redazione
Campionati italiani di Sci di fondo, ottimi piazzamenti per gli atleti di Capracotta
Campionati italiani di Sci di fondo, ottimi piazzamenti per gli atleti di Capracotta © ModenaToday

CAPRACOTTA. Emozioni forti ai Campionati Italiani Sci di Fondo Under 14, organizzati in modo impeccabile dallo Sci Club ASD Olimpic Lama di Mocogno in Provincia di Modena, per i tecnici, gli allenatori ed i familiari al seguito dei giovani atleti dei Comitati Abruzzese e Molisano rappresentati dagli Sci Club di Barrea, Capracotta, Opi e Pescostanzo.


Tre giornate di festa e di sano agonismo che hanno visto il giovane fondista di Opi Leonardo Di Santo conquistare la medaglia di bronzo nella gara individuale di tecnica classica su 5 Km mancando per una manciata di secondi la medaglia d'oro.

Ottimi piazzamenti ottenuti anche da Raffaele D'Amico e Francesco Musilli dello Sci Club Barrea, di Stefania Donatelli e Martina Guido dello Sci Club Pescostanzo e di Andrea Di Bucci dello Sci Club Capracotta.

Grazie Leonardo, grazie Stefania, Martina, Raffaele, Francesco e Andrea, siete stati fantastici, ci avete regalato un sogno.

Il vostro comportamento, il vostro impegno, il vostro fare squadra ed il risultato ottenuto mettendoci entusiasmo e con una mentalità che ci hanno fatto rivivere i tanti successi del passato, dimostrano che il movimento dello Sci di Fondo nelle nostre due regioni è vivo e poggia su spalle solide.

Un ringraziamento particolare va a Loreto Cera, Ugo Sciullo, Oreste D'Andrea e a Biagio Di Santo, "eroi" umili e nascosti che da veri educatori sanno trasmettere l'amore è la passione per uno sport durissimo e "povero".

A Lama di Mocogno sono stati eccezionali nella preparazione degli sci che hanno consentito ai nostri ragazzi di poter competere nelle condizioni migliori.

E' grazie al loro entusiasmo e all'impegno di questi meravigliosi giovani atleti se l'Abruzzo e il Molise sono ancora territori di grande tradizione fondista in grado di poter competere con i "potenti" comitati alpini.

Lascia il tuo commento
commenti