Giovanni Battista D'Ippolito, l'imprenditore venafrano che fece fortuna in New Jersey

Flash News
Isernia venerdì 10 maggio 2019
di La Redazione
Giovanni Battista D'Ippolito, l'imprenditore venafrano che fece fortuna in New Jersey
Giovanni Battista D'Ippolito, l'imprenditore venafrano che fece fortuna in New Jersey © iserniaweb

VENAFRO. Giovanni Battista D’Ippolito fu uno dei primi pionieri italo-americani di Vineland nel New Jersey. Divenne un apprezzato uomo d’affari. La sua fabbrica di “macaroni” riforniva l’intero Stato. Era nato a Venafro provincia di Isernia.

Giovanni Battista D’Ippolito era nato a Venafro. Nel 1880 (altri documenti parlano del 1876) decise, per rincorrere il “sogno americano”, di emigrare verso gli Stati Uniti. Si stabilì a Vineland, nella contea di Cumberland, in New Jersey. Sposò l’italo-americana Maria Di Pasqua. I due ebbero cinque figli: Gasper, Angelo, Solve E., Henry e John. Fu tra i pionieri italiano-americani di Vineland. Ingegnoso, capace e volitivo si dedicò, dopo aver fatto ogni sorta di mestiere, alla produzione di maccheroni. Fu un immediato successo. Subito dopo fondò una società che produceva e vendeva acqua gassata. L’atto successivo fu l’apertura di un panificio e di una “grocery”. Divenuto, ogni giorno più autorevole, entrò come socio in una Banca e poi fu anche agente generale di navi a vapore. Favorì, con generosità, l’arrivo e la successiva sistemazione, lavorativa ed abitativa, di numerosissimi suoi corregionali e italiani in genere. La fabbrica di maccheroni fu però la più grande fonte di guadagno. I D’Ippolito spedivano i maccheroni dalla ferrovia al di là del nord-est, e facevano consegne con i carri trainati da cavalli in tutto il New Jersey. Anni dopo Giovanni Battista introdusse il primo camion per le consegne a Vineland e nella Contea.

Giovanni Battista morì nel 1928. Fu Gasper, il primo figlio, ad assumere inizialmente la responsabilità delle varie attività. Gasper morì nel 1947. Solve (Salvatore Edward), nato a Vineland il 25 dicembre del 1892, fu uno dei figli di maggior capacità commerciale divenendo amministratore della “D’Ippolito Oil Co.”. Solve fu nel della panificazione dal 1912 al 1930. Fu Presidente del Comitato per bambini paralizzati di Elks per South New Jersey. Fu anche Direttore “ Fidelity Building and Loan Association”. Presidente della “Sacred Heart Athletic Association” e di molte altre organizzazioni civiche e benefiche. Ricevette il “Vineland Chamber of Commerce” nel 1938. Un altro figlio del fondatore, John D’Ippolito, si laureò in medicina e fu un assai apprezzato oculista.

Geremia Mancini - presidente onorario "Ambasciatori della fame"