Consorzio di Bonifica, operativi i Master Plan col Molise

Lavoro ed economia
Isernia venerdì 04 gennaio 2019
di La Redazione
Amicone
Amicone © Vastoweb

VASTO. Riceviamo e pubblichiamo la replica del commissario Franco Amicone sulle dichiarazioni del consigliere regionale Mauro Febbo:

"In merito alle dichiarazioni rilasciate dal Cons. Reg. Mauro Febbo, relative alla sentenza sul licenziamento dell'ex direttore Sciartilli,si precisa quanto segue:

Si precisa quanto segue:

1)- sorprende che il Cons. Febbo, per l'ennesima volta, esprima delle considerazioni rispetto ad una singola vicenda aggiungendo argomenti triti e ritriti, sui quali gli atti ufficiali del consorzio dimostrano, inoppugnabilmente, una diversa realtà.

La disponibilità di questa gestione è stata ed è totale rispetto a chiunque voglia adeguatamente informarsi, prima di formulare qualsivoglia dichiarazione.

2)- Le procedure seguite per il licenziamento dell'ex direttore Sciartilli sono state ritenute tardive dal Giudice del lavoro, ciò nondimeno efficaci e legittime sul piano sostanziale, risolvendo comunque il suo rapporto a partire dal 31 dicembre 2015. Il Consorzio sta attentamente valutando le azioni da intraprendere nell'immediato futuro.

3)- Il contributo regionale di 500.000 euro, di cui parla il Cons. Febbo, erogato nel 2016, è stato interamente esitato nello stesso anno. Come è certamente noto allo stesso Febbo, il sottoscritto si è insediato l'1/1/2017, con ben quattro stipendi arretrati da pagare, coda e strascico della situazione iniziata nel 2013/14 con ben dieci stipendi arretrati maturati e non pagati, uno dei motivi che hanno portato al commissariamento del consorzio. Oltre a tutto il resto!

Questa gestione "fallimentare" ha provveduto puntualmente al pagamento di tutti gli stipendi, i contributi, l'accantonamento del TFR e sta affrontando con decisione il pagamento degli ingenti debiti con l'Inps maturati e non pagati a partire dall'anno 2010 ( comprese le quote a carico dei dipendenti, non versate, per le quali sono stati diffidati i precedenti amministratori);

4)- Questa gestione commissariale non ha mai fatto affidamenti per lavori, forniture e servizi, al di sopra dei 40.000 euro, senza evidenza pubblica!

5)- I ruoli 2017 e 2018 sono stati ridotti del 70% rispetto all'aumento del 57% operato sui ruoli del 2016; i ruoli emessi per il 2018 non hanno avuto alcun ricorso.

6)- Uno dei capisaldi della riduzione dell'indebitamento deriva dal forte abbattimento del contenzioso e, circa l'asserita cifra di 663.000 euro, consumata nel 2017 per consulenze e quant'altro, riguarda pressoché totalmente cause pendenti relative agli anni precedenti. L'occasione è utile per segnalare che, nel dicembre 2018 abbiamo saldato un debito di 70.000 euro con l'ing. Cesaroni, estromesso nel 2011 dalla progettazione degli interventi per il completamento della diga di Chiauci e contemporaneamente affidati dalla allora amministrazione consortile, in maniera illegittima, ad altri progettisti: e' cronaca recente l'azione penale in corso per tali affidamenti.

7)- I lavori del Master Plan Abruzzo sono tutti affidati e sono in corso; i lavori per la messa in sicurezza delle paratoie sono stati aggiudicati provvisoriamente ; i lavori del Master Plan molise sono in fase di definizione operativa".