Fca, avanza la trattativa sul rinnovo contrattuale

Lavoro ed economia
Isernia sabato 09 febbraio 2019
di La Redazione
Più informazioni su
Stabilimento Fca di Termoli
Stabilimento Fca di Termoli © Termolionline

TERMOLI. Prosegue la trattativa sul Ccsl della Fca. Nelle giornate di martedì e mercoledì a Torino fra le parti è proseguita la trattativa sul rinnovo del contratto, completando la discussione sui punti relativi alle relazioni sindacali, migliorando alcuni aspetti relativi al funzionamento del sistema di partecipazione definito nel Titolo I° del Contratto Specifico di Lavoro. Più in particolare si è rafforzato il sistema partecipativo delle commissioni soprattutto di fabbrica (organizzazione del lavoro, pari opportunità, welfare, ambiente e sicurezza) definendo meglio gli il loro funzionamento, la formazione dei componenti, arricchendone le competenze di confronto tra le parti. Si è infine convenuto di non modificare i capitoli relativi alle clausole di responsabilità e alla procedura di raffreddamento. Nel primo caso abbiamo considerato non positive le proposte presentate dall’azienda. Nel secondo si è confermata la procedura accelerata sull’ambiente e sicurezza e si è chiarito tra le parti che i casi di rischio elevato sulla sicurezza del lavoro rientrano nel diritto legittimo del lavoratore all’astensione e quindi non nella procedura di raffreddamento. La trattativa è poi proseguita sui temi relativi ai compiti dei Rappresentanti della sicurezza del lavoro e dell’orario di lavoro (Titolo 2° del Ccsl).

Più in particolare si sono rafforzate le competenze e gli strumenti a disposizioni degli Rls, a partire da quelli formativi. Sul tema dell’orario rimangono ancora aperte alcune questioni come a solo titolo di esempio, le richieste sui Permessi per Recupero, i Par, sui recuperi produttivi, sulla indennità specifiche sulle turnazioni. Su altri aspetti cogliamo positivamente l’introduzione per tutte le società del lavoro agile, delle ferie solidali, dell’uso dei Par anche a singola ora anche per i turnisti, a partire dalle richieste sui permessi di recupero, dell’estensione dell’elemento economico sul ciclo continuo. Nel prossimo incontro verificheremo la possibilità di ridurre ulteriormente le distanze che abbiamo riscontrato ancora su alcuni temi. L’azienda ha poi illustrato le proprie posizione relative al titolo terzo, in particolare su Formazione Professionale, Previdenza Complementare e Sanità Integrativa, Diritto allo Studio. Sui cui abbiamo riscontrato alcuni aspetti positivi alle nostre richieste e altri da migliorare. Rimangono invece contrarietà e distanze rispetto ai temi collegati alla malattia e al ai “rapporti in azienda”.

La trattativa è aggiornata sempre a Torino il 21 e 22 di febbraio. Su questo step ulteriore ecco le dichiarazioni di Ferdinando Uliano segretario nazionale Fim-Cisl, «Passi avanti su Smart-working, ferie solidali, diritto allo studio. Contrarietà e distanze su malattia e rapporti in azienda Con questi due giorni di trattativa abbiamo fatto passi in avanti sulla parte relativa al sistema di partecipazione del contratto. Sul tema dell’orario di fatto abbiamo ottenuto risposte positive sull’introduzione dello smat-working, ferie solidali, migliorati alcuni istituti sulla conciliazione tempi di vita e lavoro come i permessi retribuiti da usare anche a ore, estensione dell’indennità turni. Certo permangono ancora distanze su altre nostre richieste sul tema degli orari, che confidiamo di recuperarle nel prossimo incontro. Il gruppo Fca ha poi colto la nostra richiesta di migliorare il diritto allo studio con l’estensione dei permessi retribuiti di 40 ore anche per i corsi di laurea e quelli professionali. L’azienda ha poi illustrato le sue posizioni su malattia e sul capitolo rapporti in azienda, dove invece abbiamo già ribadito le nostre contrarietà e distanze, che contiamo di risolvere nei prossimi incontri già previsti il 21e 22 febbraio».