Oltre mille persone in corteo hanno percorso 2,5 chilometri per dire no alla chiusura dell'Unilever

Dipendenti dell'azienda, le loro famiglie insieme agli studenti e i sindaci delle province di Isernia e Caserta, insieme per protestare contro la chiusura dell'azienda.

Lavoro ed economia
lunedì 03 febbraio 2020
di La Redazione
Più informazioni su
Corteo di protesta dipendenti Unilever
Corteo di protesta dipendenti Unilever © @Iserniaweb

POZZILLI. Mille persone in corteo per dire no alla chiusura della Unilever di Pozzilli (Isernia) hanno percorso a piedi la Statale 85, dallo stabilimento allo snodo viario di Roccaravindola (Isernia) e viceversa, occupando le due corsie di marcia dalle 9 a mezzogiorno.
Oltre ai 150 dipendenti dell'azienda, c'erano gli altri lavoratori dell'indotto e delle restanti fabbriche del Consorzio, le loro famiglia, gli studenti e i sindaci delle province di Isernia e Caserta.

Dopo aver percorso 2,5 chilometri il corteo si è sciolto davanti ai cancelli della azienda con una serie di interventi: le istituzioni si sono impegnate a sostenere in tutte le sedi la vertenza Unilever per salvare i posti di lavoro. I dipendenti, all'ottavo giorno di sciopero, "non mollano", e attendono con ansia l'incontro di questa seraa Campobasso, tra Toma, sindacati e Unilever. Anche che il Mise ha convocato azienda e parti sociali per il 6 febbraio a Roma, ma la Unilever ancora non rende nota l'intenzione di partecipare. (Fonte Ansa)