La Cisl Molise fa il punto della situazione in regione

Lavoro ed economia
giovedì 06 febbraio 2020
di La Redazione
Segretario Generale Aggiunto Giovanni Notaro della Cisl Abruzzo-Molise
Segretario Generale Aggiunto Giovanni Notaro della Cisl Abruzzo-Molise © Campobassoweb

CAMPOBASSO. Il Coordinamento della Cisl del Molise a guida del neoeletto Antonio D’Alessandro traccia una linea basata su coerenza e responsabilità nella riunione odierna, tenutasi a Campobasso con la presenza del Segretario Generale Leo Malandra e del Segretario Generale Aggiunto Giovanni Notaro della CISL Abruzzo Molise.

Trattati i temi generali e la situazione critica in cui versa la regione Molise, con le tante vertenze aperte, la situazione dei Trasporti, della Sanità e le Infrastrutture.

“La Cisl continuerà a svolgere il proprio ruolo”, afferma Antonio D’Alessandro “con il senso di responsabilità che ci contraddistingue senza lesinare quanto necessario per fare in modo di portare a termine le nostre proposte. Chiediamo di avere una Cabina di regia con la regione Molise e con tutto il partenariato socio economico, in modo da assumere insieme decisioni condivise e sostenerle, per l’interesse di chi rappresentiamo e cioè i lavoratori e le lavoratrici, i pensionati e le pensionate. Per fare quanto necessario c’è la necessità di avere un’ottima squadra di supporto che in rappresentanza dei territori del Molise aiuti nel sostenere le azioni con impegno e coerenza in tutti i livelli dell’organizzazione”.

D’Alessandro propone la sua squadra per mettere in atto quanto necessario e per cui si avvarrà della collaborazione di Maria Di Bona quale Vice Coordinatore, di Riccardo Mascolo sul territorio di Termoli, di Nicolino Gazzanni sul territorio di Isernia, di Mario Della Ventura sul territorio di Campobasso e di Luciano Molinaro sul territorio di Trivento e l’area del Trigno.

Giovanni Notaro nel suo intervento fa il punto sulle vertenze aperte e in particolare nel merito della vicenda Unilever, afferma “solo sedendosi insieme attorno a un tavolo Azienda Sindacato e Istituzioni, si possono trovare le soluzioni necessarie per fare in modo che sia scongiurato ciò che temono sia i lavoratori e sia il territorio e cioè una paventata chiusura, peraltro non confermata dall’azienda. Bisogna ragionare con la capacità di progettare soluzioni in previsione del futuro, senza far prevalere elementi di negatività, ma affrontando le questioni insorgenti e fare in modo ognuno per la propria parte nel migliorare i fattori che possono sostenere la competitività delle aziende, lo sviluppo nel territorio al fine di creare nuove opportunità di lavoro e allo stesso tempo salvaguardare quello che già c’è”.

Leo Malandra alla fine di un dibattito vivo e puntuale su tutti i temi trattati, nelle sue conclusioni, ha confermato tutto l’impegno della segretaria Usi nel supporto e sostegno ad Antonio D’Alessandro e a tutte le strutture del Molise, “ regione che vive tutte le problematiche delle regioni del sud e dove anche l’Abruzzo è coinvolto.

Oggi è necessario fare scelte importanti e di responsabilità per l’interesse di chi si rappresenta con autorevolezza e competenza da esercitare nei luoghi di confronto sia Istituzionali sia con i datori di lavoro. La mancanza di risposte e soluzioni concrete al territorio da parte della Giunta non è più sostenibile; se non ci sarà un deciso e fattivo cambio di rotta, con l’istituzione di una Cabina di Regia che formuli un progetto organico di rilancio e sviluppo del territorio che abbia al centro occupazione e impresa, proporremo azioni di forte mobilitazione a CGIL e UIL”. Afferma inoltre che “che la compattezza dell’organizzazione servizi e categorie rende forte la Cisl e che questa forza deve essere ben usata a favore di chi rappresentiamo".