Tedeschi: «Sanità, i molisani attendono risposte dal commissario»

Politica
Isernia giovedì 10 gennaio 2019
di La Redazione
Antonio Tedeschi
Antonio Tedeschi © molisenetwork.net

CAMPOBASSO. Queste le riflessioni del consigliere regionale Antonio Tedeschi sulla situazione della sanità molisana.“Un nuovo anno è iniziato e tanti sono i problemi cui dovremo dare risposte. Penso, in primis, alla difficile situazione in cui versa il comparto sanitario molisano. Penso agli ospedali di Larino e Venafro, fortemente depotenziati e non più in grado di offrire servizi essenziali ai cittadini. Penso al nosocomio di Agnone che, seppure riconosciuto dal Governo centrale ospedale di area disagiata, non ha raccolto i frutti di tale riconoscimento. Penso al Veneziale di Isernia, al collasso per la difficoltà di gestire l’enorme flusso di pazienti. Penso ai diversi centri di riabilitazione presenti sul territorio regionale, come ad esempio Carsic e Fisiomedica Loretana, che offrono prestazioni a persone disagiate, colpite da minorazioni fisiche, psichiche e sensoriali, molti dei quali a rischio chiusura, con pesanti ripercussioni sugli stessi ospiti e sulle loro famiglie.Ho seguito, in questi giorni, gli appelli lanciati da operatori sanitari e da cittadini. Ho letto le dichiarazioni del dottor Franco Paoletti, responsabile della Reumatologia del “Caracciolo” di Agnone, il quale parla di strumentazioni diagnostiche obsolete e di promesse disattese. La nascita del Centro di Reumatologia Regionale, annunciata dal passato Governo regionale, non ha avuto seguito. Al contrario, abbiamo assistito alla nascita di una struttura similare a Campobasso.

A Larino e Venafro le cose non vanno meglio. A tal riguardo forte è il mio impegno, teso al raggiungimento di accordo di confine tra le Regioni Molise e Campania che possa riportare presso il Santissimo Rosario Pronto Soccorso e Rianimazione. Una strada, quella del raggiungimento di un accordo di confine che, mi auguro, possa essere seguita anche per il Vietri. I prossimi passi saranno cruciali. Per questo mi aspetto massima collaborazione da parte del neo Commissario alla Sanità. Una figura esterna, per scelta delGoverno nazionale e del Ministro Grillo in quota Movimento 5 Stelle, che ora ha l’obbligo di fornire risposte concrete ai cittadini. Noi, insieme al presidente Toma, ci siamo e faremo la nostra parte. Ora spetta alla struttura commissariale dare il giusto segnale e concentrarsi sulle soluzioni ai reali problemi dei molisani”.

Queste le riflessioni del consigliere regionale, Antonio Tedeschi, sulla situazione della sanità molisana.