Fondi alla nuova piscina, sindaco e Matticoli soddisfatti

Politica
Isernia domenica 13 gennaio 2019
di La Redazione
Il sindaco D'Apollonio
Il sindaco D'Apollonio © Iserniaweb.it

ISERNIA. Due milioni di euro per la nuova piscina comunale di Isernia. Il finanziamento è stato deciso questa mattina dalla Giunta Regionale del Molise. Il sindaco Giacomo d’Apollonio e l’assessore comunale allo sport Antonella Matticoli hanno immediatamente espresso la loro più viva soddisfazione.

«La scorsa estate – hanno detto d’Apollonio e Matticoli – il Comune aveva inoltrato alla Regione la richiesta di finanziamento per un progetto di demolizione e ricostruzione della piscina comunale. Il nostro obiettivo principale, infatti, non era quello di riaprire la vecchia struttura, ormai obsoleta e inadeguata rispetto ai criteri della federazione italiana nuoto, ma quello di consegnare alla città un impianto completamente nuovo e ampliato, omologabile secondo i regolamenti federali e utilizzabile anche per gare di livello nazionale. Ringraziamo il presidente Toma – hanno aggiunto il sindaco e l’assessore – che ha dimostrato, in fase di programmazione regionale, grande attenzione per Isernia con la concessione di risorse finanziarie davvero considerevoli, e instaurando con la nostra amministrazione una sinergia proficua, basata su una perfetta corrispondenza di intenti. Il progetto proposto appariva a molti troppo ambizioso, ma noi abbiamo sempre creduto nella sua validità, e con noi la giunta e l’intera maggioranza consiliare che ringraziamo per il sostegno dato all’approvazione dell’opera. Per il Comune, il finanziamento ottenuto è motivo di grande soddisfazione, poiché Isernia si arricchirà d’una imponente opera pubblica – hanno concluso d’Apollonio e Matticoli –. La città avrà un impianto sportivo modernissimo e funzionale, che sarà messo a disposizione dei cittadini ma anche e degli istituti scolastici, per consentire agli studenti di accedere facilmente all’attività natatoria, che è una delle più complete e formative fra le discipline motorie».