Strisce blu, il Pd diffida l'amministrazione dalla stipula del contratto

Politica
Isernia venerdì 14 giugno 2019
di La Redazione
Strisce blu a Isernia
Strisce blu a Isernia © Isnews.it

ISERNIA. Riceviamo e pubblichiamo una nota sottoscritta dal gruppo consiliare del Pd al Comune di Isernia, avente per oggetto l'annosa vicenda dei parcheggi a pagamento:

«A distanza ormai di tre mesi dalla nostra pubblica interrogazione rivolta al Sindaco sulla famigerata vicenda delle “strisce blu”, rimasta senza risposta, e dalla sua decisione di sospendere l’esecuzione del servizio per la gestione dei parcheggi a pagamento “allo scopo di effettuare approfondimenti tecnico–amministrativi sulla regolarità della procedura di gara”, non sono state ancora chiarite le cause delle clamorose e gravi difformità tra le deliberazioni del Consiglio comunale e le successive determinazioni, né sono state rese note ai cittadini le risultanze istruttorie o i provvedimenti adottati all’esito degli approfondimenti effettuati.

Nel ribadire la linea del Partito Democratico di Isernia, recentemente manifestata, di “annullare l’aggiudicazione della gara e tutti gli atti ad essa preordinati”, diffidiamo il Sindaco e la sua amministrazione dall’adozione di qualsiasi ulteriore atto che vada in direzione opposta e verso la stipula del contratto, in quanto, dai verbali tecnici richiesti, non risultano i presupposti e le condizioni legittimanti per procedere.

L’annullamento in autotutela è l’unica soluzione percorribile per non peggiorare una situazione già grave e incomprensibile in attesa degli accertamenti delle autorità competenti che il Sindaco ha già pubblicamente dichiarato di voler coinvolgere, come del resto il suo ruolo di pubblico ufficiale doverosamente impone.

Sul piano politico, le responsabilità sono ormai talmente evidenti e riconosciute che oggi, alla luce della sconcertante e imbarazzante sequenza di errori amministrativi e “pasticci” politici perpetrati da questa deludente amministrazione, il Sindaco ne prenda finalmente atto e compia il gesto inevitabile di dimettersi!»