Pd Isernia: «Bene lo stop all’accorpamento del Polo Museale del Molise»

Politica
Isernia giovedì 12 settembre 2019
di La Redazione
Sepino-Altilia
Sepino-Altilia © molisiamo.it

ISERNIA. Riceviamo e pubblichiamo il seguente comunicato stampa del Partito Democratico di Isernia:

"Accogliamo con soddisfazione il blocco dei decreti attuativi della precedente riforma dei Beni Culturali da parte del neo ministro Franceschini. Da tale provvedimento deriva lo stop all’accorpamento del Polo Museale del Molise, ulteriore presidio pubblico del nostro territorio che avrebbe perso la propria autonomia.

Una scelta, quella dell’ex ministro Bonisoli, che per la nostra regione si sarebbe rivelata oltremodo penalizzante. In primo luogo sotto l’aspetto della gestione diretta, che venendo meno avrebbe determinato per il Molise, come conseguenza, più burocrazia e meno celerità nel risolvere i problemi specifici del settore.

Da non dimenticare, poi, l’aspetto strettamente culturale, visto l’enorme patrimonio storico-artistico-archeologico presente nella nostra regione e in particolare nella provincia di Isernia: da Altilia-Sepino e Larino al giacimento Paleolitico, fino a Pietrabbondante, Castel San Vincenzo, Venafro e l’intera zona della valle del Volturno. Un territorio di confine con la civiltà romana, di ricchissimo interesse, per il quale la perdita di autonomia avrebbe rappresentato un colpo mortale in termini di promozione e valorizzazione.

Infine, l’aspetto economico, con conseguente ‘dirottamento’ di fondi dal Molise anche verso l’Abruzzo. Una soluzione che non potevamo certo permetterci, vista anche la programmazione della Provincia di Isernia in termini di offerta turistica e culturale, che avrebbe dovuto essere rivista al ribasso. Bene, dunque, la decisione di Franceschini, ministro del Pd che già nella precedente legislatura aveva dato un particolare impulso alla gestione del patrimonio culturale nazionale."

Lascia il tuo commento
commenti