Toma: “Il federalismo fiscale è inattuato anche per l'aspetto della perequazione infrastrutturale”

Politica
Isernia giovedì 07 novembre 2019
di La Redazione
Più informazioni su
Il Governatore Donato Toma
Il Governatore Donato Toma © Termolionline.it

ROMA. “Il federalismo fiscale è inattuato anche per l'aspetto della perequazione infrastrutturale”. Il presidente della regione Molise, Donato Toma, nel corso di un'audizione alla Camera in commissione Finanze nell'ambito dell'indagine conoscitiva sui sistemi tributari delle Regioni e degli enti territoriali nella prospettiva dell'attuazione del federalismo fiscale e dell'autonomia differenziata, sottolineando come “nel momento in cui una parte del Paese va in regionalismo differenziato, perchè può gestirsi le proprie risorse, non dobbiamo dimenticare che abbiamo Regioni, come il Molise, che possono vedere aumentato il gap fra Nord e Sud. Noi dobbiamo incrementare il gettito per eliminare il residuo fiscale negativo, e per farlo abbiamo la necessità di sviluppo. Quindi, l'investimento in un Piano straordinario per il Sud, con una seria perequazione infrastrutturale, consentirebbe ai territori del Sud di far crescere il gettito fiscale con lo sviluppo economico del territorio”.

Quindi Toma spiega che “il Fondo perequativo è quello che pareggia la non autonomia finanziaria, specialmente nelle Regioni del Sud. Se si esamina la tabella dei residui fiscali delle Regioni del Sud si nota che, dal Molise alla Sicilia, il residuo è negativo. Cioè, noi prendiamo dallo Stato più di quanto contribuiamo. Come Regioni del Sud potremmo attuare poco il regionalismo differenziato, perchè sulla carta non abbiamo un'autonomia, a meno di non efficientare la spesa, ed è uno sforzo su cui ci stiamo muovendo”. (Regioni.it)