Festival Opera al Laghetto, al molisano Edoardo Siravo la regia di Tosca

Spettacolo
Isernia martedì 13 agosto 2019
di La Redazione
Edoardo Siravo
Edoardo Siravo © web

VENAFRO. Il Festival Internazionale Opera al Laghetto si arricchisce con l’artista molisano Edoardo Siravo che sarà il regista di Tosca nelle due serate venafrane del 25 e 28 agosto.

Dalla produzione dell’evento traspare tutto l’entusiasmo e la soddisfazione per l’adesione al progetto di un personaggio di tale spessore che darà un ulteriore valore aggiunto a quello che si prospetta essere uno dei principali eventi dell’estate molisana.

Attore e regista, Siravo ha recitato in oltre 120 spettacoli e lavora anche nel cinema, in televisione e nel doppiaggio.

Diverse sono le sue regie di opere liriche oltre alla collaborazione con l'Orchestra Filarmonica di Torino.

Premio Flaiano alla 73ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia per aver interpretato il ruolo del compositore Alessandro Cicognini nel film-documentario “Un'avventura romantica” di Davide Cavuti. È stato per molti anni docente dell'Accademia d'Arte Drammatica della Calabria e del Conservatorio Teatrale di Roma.

Nel doppiaggio ha prestato la sua voce ad attori del calibro di Gérard Depardieu, Michael Keaton, Jeremy Irons e, nel cinema di animazione, allo Psicologo in Z la formica.

Viaggi di nozze di Carlo Verdone, Linda e il brigadiere, Distretto di Polizia, Il commissario Rex, Provaci ancora prof e Il maresciallo Rocca sono alcune delle produzioni nelle quali ha recitato.

A supporto del regista, originario di Roccaravindola, frazione di Montaquila, c’è la giovane e talentuosa regista campobassana Francesca Salvatori che a soli trent’anni vanta un curriculum invidiabile: tre lauree alla Sapienza di Roma (lettere, regia e musicologia), un master in regia lirica all’Accademia di arte drammatica Silvio D’Amico e stage presso l’Opera di Roma, Maggio Musicale Fiorentino e Fondazione Arena di Verona. Regista de Il Barbiere di Siviglia di Rossini e del Don Giovanni di Mozart, Salvatori ha vinto anche il primo premio regia al Concorso europeo di teatro e drammaturgia di Milano per il progetto di regia della Traviata di Verdi.