Un maestoso spettacolo di lettura, musica e danza per ricordare "Fred"

Spettacolo
sabato 28 dicembre 2019
di La Redazione
Fred Bongusto
Fred Bongusto © bloguominiedonne.info

CAMPOBASSO. "Molise mio, so io cà nun me ne sò iute mai, io nun te sò lassato mai, io" è una delle più belle dichiarazioni d'amore in versi dedicata da Fred Bongusto alla sua terra.

Oggi questi versi assumono un significato ancora più forte e malinconico.

Sabato 4 gennaio 2020 (ore 21.00) al Teatro Savoia di Campobasso, a due passi dalla casa in cui Bongusto è cresciuto, andrà in scena uno spettacolo che approfondisce sin dalle origini la storia, la carriera e l'indissolubile legame con le sue radici del più grande cantautore campobassano.

La narrazione, curata dall'autore Tiziano Carozza, è affidata alla proiezione di filmati arricchiti da rari contributi concessi dalla teca Rai ed è intervallata dalla riproposizione dei successi che hanno costellato la sua sconfinata carriera, interpretati da numerosi artisti Molisani e orgogliosi di esserlo come lo era lui.

Gli intermezzi artistici curati dal direttore artistico Antonello Carozza, si arricchiscono poi di coreografie ed interventi recitati di attori.

Con: Aldo Gioia, Giorgio Careccia, Giuseppe Spedino Moffa, Pippo Venditti, Stefano Sabelli, Valentina Farinaccio. Voci: Alessandra Parente, Eleonora Moro, Gioele Di Tommaso. Basso: Daniele Marinelli. Batteria: Michele Avella. Chitarre: Luigi Rinaldi, Paolo Mignogna. Pianoforte/Tastiere: Domenico Ialonardi. Violino: Valeria Pietrarca. Clarinetto: Giuseppe Lanese. Coreografie: ANAM Compagnia di Danza Alisia Ialicicco. Voce narrante: Luca Cataldi. Danza aerea: Andrea Melone. Visual: Gianluca D’Ottavio. Service tecnico: GSM F.lli San Giovanni.

Lo spettacolo può definirsi la veste più accattivante di una vera e propria lezione di storia della musica. L'iniziativa infatti, a cura dell'Associazione Culturale Queens Academy, rientra in un vasto progetto intrapreso da anni che ha anzitutto un'impronta educativa e culturale e persegue come obiettivo principale quello di sensibilizzare i suoi affezionati concittadini e far approfondire, specialmente ai più giovani, lo spessore musicale che Fred ha sempre mostrato.

A tal proposito e simbolicamente, come per tutti i precedenti eventi organizzati in onore di Fred dalla stessa associazione, il ricavato viene devoluto in beneficenza destinata, tramite l'USR, alle scuole del capoluogo molisano per l'acquisto di strumenti musicali con lo scopo di favorire la sensibilizzazione allo studio della musica e di educare i più giovani alla figura del grande artista recentemente scomparso al quale è stata intitolata l'iniziativa.