In casa Agnonese cresce l’attesa per il debutto ufficiale contro il Montegiorgio

Il ct Marinelli: “Contro un avversario ostico siamo pronti alla battaglia”. Colaizzo alla cittadina: “Serve il supporto di tutti”

Calcio
Isernia venerdì 30 agosto 2019
di La Redazione
Più informazioni su
Olympia Agnonese
Olympia Agnonese © Olympia Agnonese

AGNONE. Sale l’attesa in casa Olympia Agnonese per il debutto nel campionato di serie D. I granata domenica esordiranno tra le mura amiche contro i marchigiani del Montegiorgio. Tanta la curiosità nel vedere all’opera la formazione, totalmente rinnovata, del tecnico Mauro Marinelli, che torna in panchina a distanza di anni dalla sua esperienza di tecnico.

Vogliamo ben figurare – afferma il trainer altomolisano alla vigilia della prima ufficiale – e per questo sarà necessario partire con il piede giusto. L’avversario di domenica è di quelli ostici, prova ne è il successo riportato in Coppa Italia a Recanati, ma siamo fiduciosi e al tempo stesso ottimisti”. Tutti a disposizione gli uomini della rosa compreso gli ultimi due arrivati, l’esterno, classe ’99, Nando D’Ercole e il portiere, classe 2001, Mejri Ahmed. Nel frattempo è ancora possibile sottoscrive l’abbonamento, che per la stagione 2019 – 2020, novità assoluta, potrà essere pagato a rate senza alcun interesse e garantirà il posto a sedere su un comodo sediolino della tribuna coperta dell’impianto senza barriere di viale Castelnuovo.

L’augurio – spiega il presidente Marco Colaizzo, al suo terzo anno consecutivo alla guida del club – è che l’intera cittadina possa stringersi intorno ai ragazzi di Marinelli, che soprattutto nella gara di esordio, hanno bisogno di sentire il calore e l’affetto di un pubblico, il quale, nel corso degli anni, si è dimostrato generoso. Tuttavia, lì dove qualcuno faccia finta di non saperlo – conclude Colaizzo – occorre capire che per svolgere un torneo impegnativo e pieno di sacrifici come quello di quarta serie, vetrina nazionale per l’intero territorio, è indispensabile l’aiuto e il contributo da parte di tutti, nessuno escluso”.